qualcosa che riviene a galla . . . . immobilismo ! . . .

Su striscia la notizie del 22.03.2019  -  Fonte:

  Cronaca

Riccardo Trombetta ci racconta un caso fuori dal comune a Santa Maria del Cedro, in provincia di Cosenza, in Calabria.

In questa puntata qualcosa di simile quanto sotto esposto nel lontano 2008/2013. Come mai non viene portata alla luce questa situazione similare anche dalla nostra amministrazione attuale e precedenti ?

Immobilismo istituzionale, a Santa Maria del Cedro arriva Striscia la notizia.

Il sindaco Ugo Vetere ha deciso di portare alla ribalta nazionale il problema dell’abusivismo

Ugo Vetere e Riccardo Trombetta
Ugo Vetere e Riccardo Trombetta

 Questa mattina una troupe del programma “Striscia la notizia” ha realizzato un servizio a Santa Maria del Cedro. Il sindaco Ugo Vetere è stato intervistato da Riccardo Trombetta, autore e inviato per la trasmissione di canale 5 che va in onda in prima serata. Il volto del tg satirico è arrivato in mattinata e dopo aver dato un ultimo sguardo ad alcuni documenti in Municipio, si è spostato insieme al cameraman sul lungomare cittadino, dove si sono accese le telecamere per dare il via alle registrazioni.

Immobilismo e rassegnazione

A chiedere l’aiuto del programma ideato da Antonio Ricci, sarebbe stato proprio il primo cittadino santamariese, che, stremato dall‘immobilismo istituzionale a ogni livello, ha pensato di smuovere le acque portando la questione riguardante l’abusivismo, ma non solo, alla ribalta nazionale.

Stando a quanto trapelato, Vetere avrebbe mostrato alle telecamere diversi siti, facendo notare come, nonostante le reiterate segnalazioni, le istituzioni sovracomunali siano rimaste immobili di fronte agli abusi certificati. La messa in onda del servizio è prevista nei prossimi giorni.

Anno nuovo buone nuove

Auguri di buon 2013 a tutti coloro che ci seguono.

L’anno nuovo ha portato un’importante novità, il 10 di Gennaio in mattinata è stato effettuato, da parte di un funzionario dell’agenzia del demanio di Palermo, un sopraluogo nel sito ex samps. All’evento era presente oltre al sottoscritto in qualità di portavoce del comitato, anche il Nostro primo cittadino Dott. Enzo Sindoni e il Geom. Alfredo Gugliotta in qualità funzionario tecnico del Comune.

Si è discusso serenamente della situazione e degli aspetti tecnici ed amministrativi legati all’area demaniale. I funzionari dell’agenzia, professionisti che sanno il fatto loro, hanno preso visione dello stato in cui versa l’area e hanno avuto modo di raccordare la situazione documentale ufficiale in loro possesso con ciò che è sotto gli occhi di tutti.

Spero che all’incontro seguano delle iniziative ufficiali finalizzate ad eliminare lo scempio perpetrato negli anni e riportare l’area demaniale ad una piena fruibilità da parte della comunità.

Novità dall’Agenzia del Demanio

Finalmente l’agenzia del demanio si è fatta sentire in forma ufficiale con un documento inviato al Comune in data 21/02/2013 dove di fatto la stessa conferma la proprietà pubblica sia dell’area ex-samps che dei ruderi su essa allocati, fornendo le indicazioni per il proseguo dell’istanza di riqualificazione.
Il documento precisa in maniera inequivocabile che la proprietà, sia dell’area che dell’immobile, è della Regione Sicilia ai sensi del D.P.R. 22 Febraio 1967 n.467.
Precisa inoltre che la competenza sul bene pubblico è della Unità Operativa “Gestione Demanio e Patrimonio Immobiliare” della Presidenza della Regione Siciliana.

In allegato il pdf del documento “AgenziaDemanio20130221

Da soli non ci si salva !!     

con il buonsenso possiamo costruire le condizione per condivisione e meritocrazia.      

           accelerare l’innovazione e sviluppare Il buon senso

Cerchiamo volonterosi per costruire un pezzo di mondo migliore, una piccola Comunità impegnata ad inventare nuovi modi di pensare, abitare e vivere, aprirsi al lavoro produttivo.Abbiamo idee e progetti ! da proporre ! 

Creare una squadra di persone curiose, creative ed intraprendenti che prima di tutto vogliono scoprire il mondo e fornire le migliori risposte ai problemi che incontrano.

CURIOSI - CREATIVI - INTRAPRENDENTIATTIVI NEL REALIZZARE

Dalle visioni alle strategie, dalle strategie ai progetti - alle realizzazioni.

Organizzazione non profit :

– tel. mobile 347-4629179  e-mail : comitato@trazzeramarina.it

 

La grande sfida ! . . .

Sbagliamo a non investire nei programmi di sviluppo del futuro, l’attenzione dominante è la gestione del presente attraverso l’esperienza ed i risultati del passato. Il presente è una risorsa importante, in quanto rappresenta il motore economico per generare liquidità da reinvestire in nuovi progetti di sviluppo. Il presente serve a costruire, strategie di sviluppo prioritarie per il futuro, quando questo non succede, la visione dell’attività dell’azienda del personale lavorativo è miope nel vero senso della parola.

Il futuro, lo si costruisce giorno dopo giorno per lavorare sulle opportunità (non opportunismo) di domani. Condurre l’impresa verso il futuro, richiede l’attitudine a saper gestire l’attività di business del presente, allo stesso tempo lavorare per creare le opportunità del giorno dopo. Ma il vero problema è l’abitudine di rimane legati ai valori del passato attraverso il quale viene gestito il presente, dimenticando gli attrezzi fondamentali da utilizzare per lo sviluppo, la ricerca, l’innovazione tecnologica, la formazione professionale, l’internazionalizzazione; si tratta di un’imprudenza che lascia l’azienda senza prospettive di crescita e di sopravvivenza nell’economia globalizzata e ipercompetitiva.

Per sviluppare le opportunità del futuro è necessario costruirlo giorno dopo giorno, per condurre l’impresa verso processi ciclici innovativi. Basta partire dal presupposto che il futuro non è qualcosa molto lontano o irraggiungibile, non possiamo metterlo in secondo piano rispetto alla gestione del Passato e del Presente. Tutto ciò significa che, se volessimo costruire il futuro dovremmo lavorarci prima, oggi per domani. Tutto ciò richiede uno sforzo non comune ed organizzativo da parte del Management della Pmi che vuole innovare, perché deve azzerare le minacce e forme associate di resistenze  radicate nelle aree gestionali del Passato e del Presente. Tutto ciò che è nuovo viene ostacolato creando un muro impenetrabile nei confronti delle future potenzialità, senza l’azzeramento delle resistenze, la lotta diventa impari, come quella di Don Chisciotte che lotta contro i mulini a vento.

Per bilanciare le connessioni tra Passato, Presente e Futuro, dobbiamo lavorare per risolvere le tensioni che si creano quando si presentano nuovi modelli di globalizzazione, ancora più difficili da far comprendere, nel momento in cui forse stiamo conseguendo elevate performance di successo o allo stesso tempo si trova nella sua fase di forte declino, in entrambi i casi l’innovazione di cui abbiamo necessità, crea tensioni.

Risultati immagini per vignette sullo struzzoRisultati immagini per vignette sullo struzzo

I nuovi modelli di globalizzazione, innescano tensioni che devono essere gestite, se si vuole introdurre il cambiamento.

Il modello per creare il Futuro, preservare il Presente e annullare gli effetti negativi del Passato, consente una visione complessiva della gestione della globalizzazione e permette di lavorare sempre nella direzione dello sviluppo, ogni singolo giorno, al fine di sopravvivere non trimestre dopo trimestre, ma per generazioni.

Dobbiamo quindi individuare quelle attitudini e quegli schemi che trasformino o creino situazioni diverse dalle attuali assumendo un atteggiamento, presente, attivo e consapevole.

Gli aspetti che possono fare nascere nuove esperienze sono in primo piano un attitudine favorevole all’innovazione, apertura mentale e condivisione delle idee innovative che possono emergere da qualsiasi persona.

Formare un team e riuscire a lavorare in armonia con persone nuove migliora il clima di lavoro e di conseguenza aumenta i vantaggi anche in termini di produttività.

L’innovazione sociale insegna a fare la differenza non è la natura ma la scala delle sfide che si vogliono affrontare e rispetto alle quali misurare la capacità di apportare cambiamenti positivi e duraturi che fondino, o contribuiscano a fondare, un nuovo sistema. Allargare lo sguardo verso i giovani che potrebbero portare delle novità.

Da soli non ci si salva !!     

con il buonsenso possiamo costruire le condizione per condivisione e meritocrazia.      

           accelerare l’innovazione e sviluppare Il buon senso

Cerchiamo volonterosi per costruire un pezzo di mondo migliore, una piccola Comunità impegnata ad inventare nuovi modi di pensare, abitare e vivere, aprirsi al lavoro produttivo.Abbiamo idee e progetti ! da proporre ! 

Creare una squadra di persone curiose, creative ed intraprendenti che prima di tutto vogliono scoprire il mondo e fornire le migliori risposte ai problemi che incontrano.

CURIOSI - CREATIVI - INTRAPRENDENTIATTIVI NEL REALIZZARE

Dalle visioni alle strategie, dalle strategie ai progetti - alle realizzazioni.

Organizzazione non profit :

– tel. mobile 347-4629179  e-mail : comitato@trazzeramarina.it

 

attivazione di partecipazione sociale . . .

Il COMITATO TRAZZERA MARINA vorrebbe promuovere l’attivazione di un processo partecipativo, coinvolgendo un numero significativo di persone in attività di socializzazione e di volontariato, favorendo così la costruzione di reti di solidarietà e di prossimità. Le attività dovrebbero consentire di realizzare diverse occasioni di incontro e di socializzazione tra le persone anziane-giovani etc., creazione di gruppi spontanei per i lavori manuali-intellettuali- casalinghi etc.) Creare delle figure di “sentinelle di comunità”, che dovrebbero connettere le persone in difficoltà agli operatori del progetto. Vogliamo contribuire a rafforzare la coesione sociale, il tessuto di relazioni e legami sociali tra i cittadini di Capo d’Orlando e comprensorio Nebroideo.

Creare attività di comunità e laboratori:  insieme ad una fascia di popolazione anziana e giovane che deve arricchire il proprio progetto di vita e le proprie relazioni; questa attivazione deve incrementare un clima di fiducia, la ricerca di soluzioni ai problemi comuni di agire collettivamente. La sperimentazione dovrebbe anche coinvolgere la comunità attraverso momenti di riflessione e d’incontro, anche tra generazioni. Un’azione generativa, che deve certamente influire positivamente sullo stato di ben-essere di tutte le figure coinvolte e dare anche un contribuito a ricostruire senso di comunità

Formare un team e riuscire a lavorare in armonia con persone nuove migliora il clima di lavoro e di conseguenza aumenta i vantaggi anche in termini di produttività.

L’innovazione sociale insegna ! a fare la differenza non è la natura ma la scala delle sfide che si vogliono affrontare e rispetto alle quali misurare la capacità di apportare cambiamenti positivi e duraturi che fondino, o contribuiscano a fondare, un nuovo sistema.

Da soli non ci si salva !!     

con il buonsenso possiamo costruire le condizione per condivisione e meritocrazia.      

           accelerare l’innovazione e sviluppare Il buon senso

Cerchiamo volonterosi per costruire un pezzo di mondo migliore, una piccola Comunità impegnata ad inventare nuovi modi di pensare, abitare e vivere, aprirsi al lavoro produttivo.Abbiamo idee e progetti ! da proporre ! 

Creare una squadra di persone curiose, creative ed intraprendenti che prima di tutto vogliono scoprire il mondo e fornire le migliori risposte ai problemi che incontrano.

CURIOSI - CREATIVI - INTRAPRENDENTIATTIVI NEL REALIZZARE

Dalle visioni alle strategie, dalle strategie ai progetti - alle realizzazioni.

Organizzazione no profit :

– tel. mobile 347-4629179  e-mail : comitato@trazzeramarina.it

.

 

periodo difficile e difficoltoso. . . tiriamo fuori la conoscenza ! . . .

A lungo considerato un argomento per intellettuali riservato alle aule del sapere, la filosofia è rimasta in larga misura inaccessibile all’uomo della strada.

Circondata dall’impenetrabile veste protettiva dell’erudizione è stata riservata solo a pochi privilegiati.

Il principio cardine della filosofia è la saggezza che è destinata a chiunque desideri raggiungerla. È al tempo stesso servitrice dell’uomo comune e dei re e non dovrebbe mai essere guardata con timore reverenziale.

L’egoista erudito non perdona quasi mai chi cerca di abbattere le mura del mistero per consentire alle persone di entrare. Will Durant, filosofo americano dei nostri tempi, nel momento stesso in cui ha scritto un libro di divulgazione sull’argomento, The Story of Philosophy (La Storia della Filosofia), è stato relegato al dimenticatoio dai suoi dotti colleghi.

Il secondo principio della filosofia è che deve prestarsi all’applicazione.

Il sapere rinchiuso entro libri ammuffiti serve a ben poco e non ha valore per nessuno, a meno che non possa essere utilizzato.

Il terzo principio è che qualsiasi conoscenza filosofica ha valore unicamente se corrisponde a verità oppure se funziona.

Questi tre concetti sono talmente estranei al mondo filosofico, L. Ron Hubbar  ha dato un nome a questa filosofia: Scientology.Questa parola significa semplicemente: “sapere come sapere”.

La filosofia può solo essere una strada verso la conoscenza. Non può essere imposta con la forza. Se una persona ha una strada, può scoprire quel che per lui corrisponde a verità.

Conosci te stesso… e la verità ti renderà libero.

Di conseguenza, in Scientology non interessano le singole azioni e le differenze. Interessa soltanto mostrare all’Uomo come liberare se stesso.

Questo, ovviamente, non incontra un grande favore presso coloro il cui sostentamento o il cui potere dipendono dal mantenere gli altri in schiavitù.

Ma si dà il caso che questa sia l’unica via che migliori realmente l’esistenza di un individuo.

La repressione e l’oppressione sono le cause principali della depressione. Se le eliminiamo le persone potrebbero risalire la china, riacquistare la salute e godersi la vita.

E benché questo possa non incontrare il gradimento dello schiavista, di certo viene apprezzato dalla gente. All’uomo comune piace essere felice e star bene. Vuol essere in grado di comprendere le cose e sa che la strada verso la libertà passa per la conoscenza.

Dobbiamo quindi individuare quelle attitudini e quegli schemi che trasformino o creino situazioni diverse dalle attuali assumendo un atteggiamento, presente, attivo e consapevole.

Formare un team e riuscire a lavorare in armonia con persone nuove migliora il clima di lavoro e di conseguenza aumenta i vantaggi anche in termini di produttività.

L’innovazione sociale insegna ! a fare la differenza non è la natura ma la scala delle sfide che si vogliono affrontare e rispetto alle quali misurare la capacità di apportare cambiamenti positivi e duraturi che fondino, o contribuiscano a fondare, un nuovo sistema.

Da soli non ci si salva !!     

con il buonsenso possiamo costruire le condizione per condivisione e meritocrazia.   

               accelerare l’innovazione e sviluppare Il buon senso

Cerchiamo volonterosi per costruire un pezzo di mondo migliore, una piccola Comunità impegnata ad inventare nuovi modi di pensare, abitare e vivere, aprirsi al lavoro produttivo.

Abbiamo idee e progetti ! da proporre !  Creare una squadra di persone curiose, creative ed intraprendenti che prima di tutto vogliono scoprire il mondo e fornire le migliori risposte ai problemi che incontrano.

CURIOSI - CREATIVI - INTRAPRENDENTIATTIVI NEL REALIZZARE

Dalle visioni alle strategie, dalle strategie ai progetti - alle realizzazioni.

La fiducia reciproca è il fondamento basilare nelle relazioni umane.

Senza di essa crolla l’intera umanità.

Organizzazione no profit : – tel. mobile 347-4629179  e-mail : comitato@trazzeramarina.it  

puntiamo alla concretezza ! . . . basta. . . bla bla bla ! . . .

L’analisi tende all’oggettivo in scena da oltre 50 anni nella nostra nazione: classico Government a tutti gli stadi sia centrale che locale si fanno guardare e sentire a fatica - solo per lo status degli attori - Onesti mestieranti al posto di professionisti della politica di spessore, nessuno si prende la briga di arrivare fino ai noccioli dei problemi reali - solo chiacchiere su chiacchiere – mai niente di concreto - tranne che per alcune categorie protette.

Nomi su nomi, personaggi su personaggi, situazioni poco chiare su situazioni poco chiare: il misteri si infittiscono nella testa del comune cittadino spettatore, ma la matassa, anziché sbrogliarsi, si aggroviglia sempre di più.

E’ uno specchietto per le allodole – la trama – si potrebbe obiettare – il regista è interessato ad altro.

Già, ma a cosa? Qui al bar non l’abbiamo mai capito, e forse non solo noi italiani, visto che l’incredibile candidatura all’Oscar, per la miglior sceneggiatura non originale, è caduta nel vuoto.

Egregi spettatori - organizziamoci a livello sociale per cambiare ! . . .

Non tutti accoglierete con gioia queste opinioni. Ma non bisogna ritrarsi per paura del cambiamento, anzi proprio quando maggiore è il bisogno del cambiamento tanto più forte deve essere l’impegno.

Dobbiamo individuare quelle attitudini e quegli schemi che trasformino o creino situazioni diverse dalle attuali assumendo un atteggiamento, presente, attivo e consapevole.

Formare dei gruppi di lavoro e riuscire a lavorare in armonia con persone nuove migliora il clima di lavoro e di conseguenza aumenta i vantaggi anche in termini di produttività è stima.

L’innovazione sociale insegna ! a fare la differenza non è la natura ma la scala delle sfide che si vogliono affrontare e rispetto alle quali misurare la capacità di apportare cambiamenti positivi e duraturi che fondino, o contribuiscano a fondare, un nuovo sistema.

Da soli non ci si salva !!     

con il buonsenso possiamo costruire le condizione per condivisione e meritocrazia.   

               accelerare l’innovazione e sviluppare Il buon senso

Cerchiamo volonterosi per costruire un pezzo di mondo migliore, una piccola Comunità impegnata ad inventare nuovi modi di pensare, abitare e vivere, aprirsi al lavoro produttivo.

Abbiamo idee e progetti ! da proporre !  Creare una squadra di persone curiose, creative ed intraprendenti che prima di tutto vogliono scoprire il mondo e fornire le migliori risposte ai problemi che incontrano.

CURIOSI - CREATIVI - INTRAPRENDENTIATTIVI NEL REALIZZARE

Dalle visioni alle strategie, dalle strategie ai progetti - alle realizzazioni.

Organizzazione no profit : – tel. mobile 347-4629179  e-mail : comitato@trazzeramarina.it

convinciti che ti conviene prenderti cura dei luoghi in cui vivi . . .

Fonte: Labsus

Cara amica e caro amico,

questo non è un Rapporto come quelli pubblicati nel 2015, 2016 e 2017, con informazioni sul lavoro svolto da Labsus e, in particolare, con dati e analisi riguardanti l’applicazione del Regolamento per l’amministrazione condivisa dei beni comuni e i patti di collaborazione.
 Non è un Rapporto vero e proprio perché ci siamo resi conto che, arrivati a questo punto dello sviluppo del nostro lavoro, un chiarimento circa i termini che usiamo per descrivere quello che facciamo era diventato opportuno, se non addirittura urgente.

Perciò quest’anno abbiamo deciso di redigere un Glossario dell’amministrazione condivisa che abbiamo chiamato Voci in comune, con 34 fra i termini più usati per parlare dell’amministrazione condivisa dei beni comuni.
 Le abbiamo chiamate Voci perché sono termini, lemmi, parole, ma anche perché danno suono a concetti astratti che riteniamo fondamentali per rendere agibile e praticabile la nostra idea di cittadinanza. Un’idea che è essenziale rivalutare per migliorare la qualità della vita in comune, appunto.

Pensiamo di aggiornare in futuro questo Glossario perché stare al passo con i tempi, star dietro le novità, normative e sociali, significa consentire a chi opera in questo campo di avere sempre strumenti utili in grado di accompagnare un difficile ed entusiasmante impegno, anche perché i temi di cui ci occupiamo sono sempre più al centro del dibattito politico.

L’autorevolezza acquisita nei nostri quattordici anni di vita fa sì che riceviamo in continuazione richieste di intervento da ogni parte d’Italia, a cui possiamo far fronte essenzialmente grazie alle risorse provenienti dalle quote associative. E anche la manutenzione del nostro sito, in assoluto il più completo e aggiornato in materia di sussidiarietà, cittadini attivi e beni comuni, dipende dalle quote dei nostri soci.

Con soli € 20,00 all’anno puoi entrare a far parte della nostra associazione e partecipare all’Assemblea dei soci che si terrà sabato 11 maggio a Roma. Inoltre avrai la certezza che il tuo contributo servirà a diffondere un nuovo modello di società fondato su cittadini autonomi, responsabili e solidali, che collaborano fra di loro e con le istituzioni per prendersi cura dell’Italia, intesa come un unico, grande “bene comune”.

Clicca qui. Con pochi semplici passaggi diventerai socio di Labsus per il 2019.

Grazie fin d’ora e a presto, spero!

Gregorio Arena
Presidente di Labsus

 Convinciti che ti conviene prenderti cura dei luoghi in cui vivi, perché dalla qualità dei beni comuni materiali e immateriali dipende la qualità della tua vita.

Il tempo della delega è finito.

L’Italia ha bisogno di cittadini attivi, responsabili e solidali.

Dobbiamo quindi individuare quelle attitudini e quegli schemi che trasformino o creino situazioni diverse dalle attuali assumendo un atteggiamento, presente, attivo e consapevole.

Formare un team e riuscire a lavorare in armonia con persone nuove migliora il clima di lavoro e di conseguenza aumenta i vantaggi anche in termini di produttività.

L’innovazione sociale insegna ! a fare la differenza non è la natura ma la scala delle sfide che si vogliono affrontare e rispetto alle quali misurare la capacità di apportare cambiamenti positivi e duraturi che fondino, o contribuiscano a fondare, un nuovo sistema.

Da soli non ci si salva !!     

con il buonsenso possiamo costruire le condizione per condivisione e meritocrazia.      

           accelerare l’innovazione e sviluppare Il buon senso

Cerchiamo volonterosi per costruire un pezzo di mondo migliore, una piccola Comunità impegnata ad inventare nuovi modi di pensare, abitare e vivere, aprirsi al lavoro produttivo.Abbiamo idee e progetti ! da proporre ! 

Creare una squadra di persone curiose, creative ed intraprendenti che prima di tutto vogliono scoprire il mondo e fornire le migliori risposte ai problemi che incontrano.

CURIOSI - CREATIVI - INTRAPRENDENTIATTIVI NEL REALIZZARE

Dalle visioni alle strategie, dalle strategie ai progetti - alle realizzazioni.

Organizzazione no profit : – tel. mobile 347-4629179  e-mail : comitato@trazzeramarina.it  

Programma operativo nazionale (PON): scopri tutte le opportunità per la tua scuola

Cos’è il Programma Operativo Nazionale 2014-2020 (PON). I PON sono finanziamenti erogati dal Ministero della pubblica istruzione attraverso i quali si intende accrescere le competenze strategiche in diversi settori della scuola. Il Programma operativo nazionale PON (e regionale POR) ha una durata di sette anni dal 2014 al 2020. Il Programma Operativo Nazionale 2014-2020 (PON) si basa su 10 azioni:

Competenze di base

Gli interventi sono finalizzati a ridurre il gap culturale tra studenti e studentesse e a ridurre il fenomeno della dispersione scolastica. Insegnamenti specifici in ambito: linguistica, scientifica e logica-matematica.

Formazione per adulti

L’avviso ha come obiettivo l’innalzamento delle competenze della popolazione adulta iscritta presso i CPIA (Centro proviciale istruzione adulti) e colmare il deficit formativo generazionale.

Cittadinanza e Creatività digitale

Le competenze digitali sono un requisito fondamentale per lo sviluppo sostenibile del nostro Paese. I percorsi formativi sono finalizzati allo sviluppo di una cittadinanza creativa e digitale oltre che accrescere la consapevolezza della rete internet.

Educazione all’Imprenditorialità

La misura punta sull’educazione all’imprenditorialità e all’auto impiego. Studenti e studentesse imparano ad approcciare in modo pro attivo e affinare le proprie capacità di problem solving.

Orientamento

Azione PON a sostegno alle scelte dei percorsi formativi delle Istituzioni scolastiche. Questo PON ha un alto valore strategico e sociale per il nostro paese, fondamentale per incentivare il compleatamento degli studi da parte degli allievi oltre che importante mezzo per gli insegnanti per trasmettere consapevolezza del mondo del lavoro e per una scelta, da parte dello studente, mirata secondo le proprie inclinazioni e passioni.

Cittadinanza europea

PON culturale incentrato sullo studio dei valori europei, della storia, delle istituzioni e dell’identità europea. Interessante la possibilità per lo studente di vivere esperienze all’estero.

Patrimonio culturale artistico e paesaggistico

Questa misura ha l’obiettivo di sensibilizzare gli allievi a tutelare il patrimonio culturale artistico e paesaggistico locale e a trasmetterlo attraverso la produzione di contenuti informativi digitali e cartacei.

Alternanza Scuola-Lavoro

L’alternanza scuola-lavoro rappresenta un’ importante momento di crescita per gli studenti e le stundetesse i quali vengono inseriti come parte attiva nel mondo del lavoro. Obiettivo è quello di far sviluppare agli allievi attitudine al lavoro individuale e di gruppo attraverso esperienze di lavoro concrete.

Integrazione e Accoglienza

PON di fondamentale importanza in questo periodo storico per il nostro paese e per la comunità europea tutta. La misura ha come obiettivo la coesione tra allievi di diversa estrazione culturale e religiosa e a promuove attività ed esperienze che trasmettano l’importanza della formazione con conseguente diminuzione del tasso di abbandono scolastico.

Competenze di Cittadinanza globale

Il PON ha diversi obiettivi che hanno in comune la crescita civica degli alunni. I moduli sono:

  1. educazione alimentare, cibo e territorio;
  2. benessere, corretti stili di vita, educazione motoria e sport;
  3. educazione ambientale;
  4. cittadinanza economica;
  5. civismo, rispetto delle diversità e cittadinanza attiva.

Dobbiamo quindi individuare quelle attitudini e quegli schemi che trasformino o creino situazioni diverse dalle attuali assumendo un atteggiamento, presente, attivo e consapevole.

Formare un team e riuscire a lavorare in armonia con persone nuove migliora il clima di lavoro e di conseguenza aumenta i vantaggi anche in termini di produttività.

L’innovazione sociale insegna ! a fare la differenza non è la natura ma la scala delle sfide che si vogliono affrontare e rispetto alle quali misurare la capacità di apportare cambiamenti positivi e duraturi che fondino, o contribuiscano a fondare, un nuovo sistema.

Da soli non ci si salva !!     

con il buonsenso possiamo costruire le condizione per condivisione e meritocrazia.      

           accelerare l’innovazione e sviluppare Il buon senso

Cerchiamo volonterosi per costruire un pezzo di mondo migliore, una piccola Comunità impegnata ad inventare nuovi modi di pensare, abitare e vivere, aprirsi al lavoro produttivo.Abbiamo idee e progetti ! da proporre ! 

Creare una squadra di persone curiose, creative ed intraprendenti che prima di tutto vogliono scoprire il mondo e fornire le migliori risposte ai problemi che incontrano.

CURIOSI - CREATIVI - INTRAPRENDENTIATTIVI NEL REALIZZARE

Dalle visioni alle strategie, dalle strategie ai progetti - alle realizzazioni.

Organizzazione no profit : – tel. mobile 347-4629179  e-mail : comitato@trazzeramarina.it  

progetti pubblico privato . . . vorremmo provarci ! . . .

Vorremmo intraprendere un’operazione che guarda al sistema della ricerca nel suo complesso, alla messa in rete di competenze e infrastrutture per integrare, collegare e valorizzare le conoscenze in materia di ricerca e innovazione - puntare a favorire l’applicazione dei risultati, con lo scopo d’immettere sui mercati soluzioni, servizi e prodotti innovativi, e a sviluppare politiche di stimolo della ricerca attraverso la promozione della domanda pubblica. È un investimento che guarda al rafforzamento del territorio, anche in un’ottica di competizione internazionale che contribuisce a rafforzare una società e un’economia basate sulla conoscenza.

Capacità di realizzare iniziative, ampiezza del partenariato pubblico-privato, originalità e utilità dei progetti, impatto in termini di risultati e ricadute sul territorio Nebroideo (anche generati dalle attività svolte nelle Regioni del Centro-Nord) saranno i parametri in base ai quali saranno valutati i progetti che potranno avere costi complessivi da un minimo di 3 fino a 10 milioni di euro ciascuno. Valori che in un contesto di rilancio dell’economia del Paese possono fare la differenza, contribuendo a creare eccellenze, sviluppo e occupazione in territori in cui le idee migliori e le competenze chiedono sollecitazioni e sostegno.

L’obiettivo principale di questa iniziativa è  quello di incentivare le collaborazioni fra pubblico e privato promuovendo la creazione di reti per la ricerca, di filiere nazionali che siano coerenti con le dodici aree di specializzazione intelligente scelte a livello nazionale: Aerospazio; Agrifood; Blue Growth; Chimica verde; Cultural Heritage; Design, creatività e Made in Italy; Energia; Fabbrica Intelligente; Mobilità sostenibile; Salute; Smart, Secure and Inclusive Communities; Tecnologie per gli Ambienti di Vita .

VORREMMO Formare un team e riuscire a lavorare in armonia con persone VOLENTEROSE E FATTIVE  in modo da aumentare i vantaggi anche in termini di produttività.

L’innovazione sociale insegna ! a fare la differenza non è la natura ma la scala delle sfide che si vogliono affrontare e rispetto alle quali misurare la capacità di apportare cambiamenti positivi e duraturi che fondino, o contribuiscano a fondare, un nuovo sistema.

Da soli non ci si salva !!     

con il buonsenso possiamo costruire le condizione per condivisione e meritocrazia.      

           accelerare l’innovazione e sviluppare Il buon senso

Cerchiamo volonterosi per costruire un pezzo di mondo migliore, una piccola Comunità impegnata ad inventare nuovi modi di pensare, abitare e vivere, aprirsi al lavoro produttivo.Abbiamo idee e progetti ! da proporre ! 

Creare una squadra di persone curiose, creative ed intraprendenti che prima di tutto vogliono scoprire il mondo e fornire le migliori risposte ai problemi che incontrano.

CURIOSI - CREATIVI - INTRAPRENDENTIATTIVI NEL REALIZZARE

Dalle visioni alle strategie, dalle strategie ai progetti - alle realizzazioni.

Organizzazione no profit : – tel. mobile 347-4629179  e-mail : comitato@trazzeramarina.it  

 

 

 

società fatta di opportunismo e accondiscendenza . . . rimodelliamoci ! . . .

Risultati immagini per vignette sul servilismo
… vi potrei proporre, uno di seguito all’altro, i seguenti termini: Servilismo
Accondiscendenza Opportunismo Omertà Ma, … è radicato nella nostra società,
nelle istituzioni pubbliche e private, s’infiltra nel pensiero e nella cultura, quasi come …
Lo Yesmanismo ti siede accanto

Di Mirco Grassilli

 

Fonte : Pubblicato da Youcanprint. Copyright.

Dobbiamo quindi individuare quelle attitudini e quegli schemi che trasformino o creino situazioni diverse dalle attuali assumendo un atteggiamento, presente, attivo e consapevole.

Formare un team e riuscire a lavorare in armonia con persone nuove migliora il clima di lavoro e di conseguenza aumenta i vantaggi anche in termini di produttività.

L’innovazione sociale insegna ! a fare la differenza non è la natura ma la scala delle sfide che si vogliono affrontare e rispetto alle quali misurare la capacità di apportare cambiamenti positivi e duraturi che fondino, o contribuiscano a fondare, un nuovo sistema.

Da soli non ci si salva !!     

con il buonsenso possiamo costruire le condizione per condivisione e meritocrazia.      

           accelerare l’innovazione e sviluppare Il buon senso

Cerchiamo volonterosi per costruire un pezzo di mondo migliore, una piccola Comunità impegnata ad inventare nuovi modi di pensare, abitare e vivere, aprirsi al lavoro produttivo.Abbiamo idee e progetti ! da proporre ! 

Creare una squadra di persone curiose, creative ed intraprendenti che prima di tutto vogliono scoprire il mondo e fornire le migliori risposte ai problemi che incontrano.

CURIOSI - CREATIVI - INTRAPRENDENTIATTIVI NEL REALIZZARE

Dalle visioni alle strategie, dalle strategie ai progetti - alle realizzazioni.

Organizzazione no profit : – tel. mobile 347-4629179  e-mail : comitato@trazzeramarina.it  

sistema di rete SOCIALE . . .

Il Comitato Trazzera Marina vuole attuare un sistema di  Rete sociale rappresentataun METODO di raccolta (per aree/rubriche), selezione ed integrazione di tutte (o quasi) le principali informazioni (e fonti) che riguardano il lavoro, l’istruzione e la formazione in Italia e all’Estero.

Ci ispiriamo a tre principi che hanno guidato e guidano tale progetto: la Semplicità, la Completezza e l’Aggiornamento delle informazioni.

Siamo in continua evoluzione e ricerca di collaborazioni attive per portare al meglio tutte le idee di SERVIZI INTEGRATI, sempre GRATUITI, sul lavoro, studio e formazione, comunicando le informazioni e le offerte a tutti coloro che ci seguono in cerca di opportunità, aggiornamenti e guide in materia, attraverso canali di comunicazione: via WEB, Whatsapp, vorremmo ampliare il criterio di divulgazione ma per fare ciò abbiamo bisogno di aiuto. 

Sono tantissimi e si moltiplicano sempre più gli attori reali (come le agenzie per l’impiego, le società  di lavoro interinali, le agenzie per il lavoro, gli Informa giovani, e chi più ne ha più ne metta) e virtuali (siti internet di ogni tipo e livello) che si occupano di lavoro, istruzione e formazione, a livello locale e/o nazionale (o transnazionale).

Bene, lo scopo del Comitato spontaneo Trazzera Marina è quello di ridurre tale eccesso d’informazioni, integrando i vari ed innumerevoli attori (fonti/Siti) del mercato del lavoro, studio e formazione etc.: da qui l’idea della RETE SOCIALE.

Più precisamente, il blog cerca d’integrare e divulgare le informazioni provenienti dalle diverse fonti, studio-formazione-lavoro, prima sommariamente menzionate.

           DISINFORMAZIONE  =  ARRETRATEZZA

Il compito di offrire a tutti una formazione adatta a una partecipazione attiva alla vita pubblica richiede l’individuazione di nuclei di conoscenze e competenze essenziali che costituiscano una rete concettuale grazie alla quale sia possibile compiere, anche nella vita adulta, nuovi percorsi di conoscenza.

Dobbiamo quindi individuare quelle attitudini e quegli schemi che trasformino o creino situazioni diverse dalle attuali assumendo un atteggiamento, presente, attivo e consapevole.

Formare un team e riuscire a lavorare in armonia con persone nuove migliora il clima di lavoro e di conseguenza aumenta i vantaggi anche in termini di produttività.

L’innovazione sociale insegna ! a fare la differenza non è la natura ma la scala delle sfide che si vogliono affrontare e rispetto alle quali misurare la capacità di apportare cambiamenti positivi e duraturi che fondino, o contribuiscano a fondare, un nuovo sistema.

Da soli non ci si salva !!     

con il buonsenso possiamo costruire le condizione per condivisione e meritocrazia.      

           accelerare l’innovazione e sviluppare Il buon senso

Cerchiamo volonterosi per costruire un pezzo di mondo migliore, una piccola Comunità impegnata ad inventare nuovi modi di pensare, abitare e vivere, aprirsi al lavoro produttivo. Abbiamo idee e progetti ! da proporre ! 

Creare una squadra di persone curiose, creative ed intraprendenti che prima di tutto vogliono scoprire il mondo e fornire le migliori risposte ai problemi che incontrano.

CURIOSI - CREATIVI - INTRAPRENDENTIATTIVI NEL REALIZZARE

Dalle visioni alle strategie, dalle strategie ai progetti - alle realizzazioni.

Organizzazione no profit :

– tel. mobile 347-4629179  e-mail : comitato@trazzeramarina.it