Senza dialogo sociale non c’è sviluppo . . . facciamo squadra l’unica via di uscita ! . . .

Senza dialogo non c’è vero sviluppo. Abbiamo bisogno in questo momento storico di negoziare il quadro finanziario – sanitario – lavorativo del nostro paese, che dovrà allocare le risorse dei prossimi sette anni. Non sarà facile, perché la posizione di alcuni Paesi del Nord è intransigente. Il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, è intervenuto alla Conferenza europea sul dialogo sociale sul futuro dei professionisti, promossa da Confprofessioni, che si sta svolgendo a Bruxelles a Palazzo Altiero Spinelli, sede del Parlamento europeo. Il messaggio del presidente Sassoli è forte e chiaro: Abbiamo bisogno di sviluppo, di risorse, di professionisti e di cittadini consapevoli delle sfide che abbiamo di fronte.

Non dobbiamo rinunciare alla voce degli europei non professionisti.

Da una parte, infatti, può offrire nuovi sbocchi professionali per le fasce più giovani della popolazione e, al tempo stesso, diventa uno strumento centrale nella regolazione del mercato del lavoro; dall’altra parte, apre nuovi scenari di crescita, grazie anche alle opportunità offerte dalla digital trasformation. In definitiva, un modello che punta a rafforzare le relazioni industriali nel settore delle libere professioni.

Relazioni & Dialogo; natura della conoscenza professionale; rafforzamento del sistema mutualistico, unicità del modello italiano: sono pilastri del dialogo sociale nelle libere professioni in Italia, con il sostegno di una nuova stagione politica europea inclusiva che metta al centro della sua azione il dialogo e il lavoro.

Creiamo crescita e occupazione e dimostriamo che tutte le professioni sono indispensabili in una società fondata sulla democrazia.

Amministrare in modo condiviso modifica quindi le prassi, crea alleanze che migliorano i servizi e la qualità della vita di una città, promuove il confronto e la collaborazione sulla costruzione dei percorsi.
Poi, più in profondità, trasforma e nutre l’anima di una comunità, se questa è pronta e disposta a farlo.Fare squadra –  perché pensiamo che sia l’unico modo per crescere insieme, muovendosi su asset quali quello dell’esperienza, della competenza e del territorio.da ogni crisi, nasce un’opportunità”, siamo alla ricerca di un modo nuovo che ci permetta di raggiungere gli obiettivi.

l progetti nascono dalle idee di affrontare problemi reali con iniziative attive ed atteggiamento positivo - proattivo - collaborativo.

L’Italia ha bisogno di cittadini attivi, responsabili e solidali.
Da soli non ci si salva !!     
Ogni scelta modella la nostra vita.
Diventiamo consapevoli delle nostre scelte.
Con il buonsenso possiamo costruire le condizione per condivisione e meritocrazia.      
 Accelerare l’innovazione e sviluppare Il buon senso di reciprocità . .
Cerchiamo volonterosi per costruire un pezzo di mondo migliore, una piccola Comunità impegnata ad inventare nuovi modi di pensare, abitare e vivere, aprirsi al lavoro produttivo.
Hai idee e progetti da proporre ? 
Aiutiamoci a farli partire ! . . .
Creare una squadra di persone curiose, creative ed intraprendenti che prima di tutto vogliono scoprire il mondo e fornire le migliori risposte ai problemi che incontrano.
E’ IL NOSTRO SOGNO ED OBIETTIVO ! ! ! . . .
CURIOSI - CREATIVI - INTRAPRENDENTIATTIVI NEL REALIZZARE
Svolgimento di più funzioni contemporaneamente. 
Puntiamo sul metodo Multitasking .
Dalle visioni alle strategie, dalle strategie ai progetti - alle realizzazioni.
Organizzazione no profit  per l’evoluzione sociale:
LOTTIAMO PER LA SOPRAVVIVENZA NON PER LA LOTTA DI CLASSE ! . . .
Se sei interessato/a a far parte della squadra  fine pagina trovi - lascia una risposta - scrivi i tuoi riferimenti - ti contatteremo.
Ci sono molte più persone di quanto si possa pensare generose, altruiste, che aspirano ad una vita in cui possano aiutare gli altri. L’Italia e gli italiani sono un popolo grande. C’è un’Italia che si conosce poco, che esiste e resiste. A questi ci rivolgiamo con particolare attenzione.

– tel. mobile 347-4629179  e-mail : comitato@trazzeramarina.it  www.trazzeramarina.it

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>